Quali sono i Macchinari per la conceria?

Non sai quali sono i macchinari per la conceria? Scoprilo in questo articolo.

Macchine per rifinizione

Gestire una procedura generale di rifinizione di un singolo prodotto è difficile e spesso queste procedure sono demandate alle concerie più esperte, che possiedono più tipologie di macchinari per la conceria.

In ogni caso il processo di finitura ha dei passaggi che sono comuni per ogni impianto di conceria e si possono riassumere nei seguenti punti:

1) Bottalatura a secco che serve ad ammorbidire le pelli;

2) Palissonatura che serve a rendere la pelle flessibile;

3) Rivestimento superficiale che dà ala pelle l’aspetto finale.

Le ultime fasi della rifinizione sono una combinazione di azioni termiche e meccaniche (calore, pressione) per placcare/stampare sulle pelli.

L’applicazione di pellicole sulla superfici della pelle e lucidatura e molatura si eseguono per recuperare prodotti danneggiati.

Bottali a secco per follonaggio

Nei Bottali si utilizza una tecnica che ammorbidisce la pelle con umidità e temperatura controllate.

Oltre al solo ammorbidimento a secco è anche possibile applicare ricette con prodotti chimici in modo da ottenere particolari effetti di moda sulle pelli.

Il processo inizia con il dosaggio di dispositivi speciali che somministrano le sostanze chimiche desiderate in dosi calcolate con precisione per produrre risultati diversi a seconda dello stile o dello scopo che si vuole raggiungere.

Palissone a vibrazione – Palissoni rotativi

La palissonatura è un processo che mira a e rilassare le fibre per ottenere un prodotto morbido e soffice con incremento di area superficiale.

Il concetto di palissone a vibrazione è basato su caratteristiche delle teste a pioli mosse da un sistema elettromeccanico che dà il movimento.

Palissoni rotativi

 La palissonatura di tipo rotativo ha il processo simile di quello a vibrazione ma è più adatto a pelli di misure contenute; il processo del sistema rotativo è affidato a dei rulli agenti sulle pelli da trattare.

Spaccatrici per finito (a secco)

Questo processo permette di raggiungere lo spessore desiderato e allo stesso tempo di recuperare un sottoprodotto che viene lavorato in modo simile alla pelle.

Detta lavorazione dello scarto può avvenire in momenti diversi  o durante qualsiasi fase della produzione, rendendo più facile la programmazione.

Rasatrici a secco

La rasatura è un’operazione di produzione che può essere fatta sia sul prodotto bagnato che su quello finito.

I macchinari per la conceria utilizzati per questo processo agiscono dal lato interno della pelle, rimuovendo il materiale in eccesso per mezzo di lame affilate montate a spirale intorno a cilindri rotanti mentre sul lato esterno si appoggia su cilindri di contrafforto.

Macchina a smerigliare

Questi macchinari per la conceria sono dotati di cilindri con sovrapposta carta abrasiva o smeriglio per  lavorare le pelli e per dare loro un effetto scamosciato.

Possono anche correggere eventuali difetti sulla superficie della pelle dal lato elegante.

I dispositivi di controllo azionati idraulicamente sono utilizzati per invertire rapidamente il senso di rotazione del un rullo di alimentazione per rendere più facile l’operazione di estrazione manuale della  pelle.

Macchina a smerigliare in continuo

La smerigliatrice a nastro continuo è il modo più efficiente per smerigliare ambo i lati di una pelle conciata al vegetale indicata per spalle e fianchi, per pelli ingrassate, croste. 

Il prodotto può essere introdotto tramite nastri trasportatori che rendono l’automazione completa per questo processo.

Depolveratrici – spazzolatrici

Le depolveratrici e spazzolatrici, sono macchinari per la conceria adatte per la pulizia di ogni tipo di pelle.

Sono sul mercato in più versioni per soddisfare tutte le esigenze di pulizia (lame d’aria, teste multiple, spazzole ecc.), vi è pure la disponibilità di macchine con dispositivi a depressione sottovuoto per pelli morbide.

I sistemi sono dotati di apposite prese di aspirazione delle polveri che le indirizzano in appositi sacchetti di raccolta.

Cabine di verniciatura automatiche

Le cabine di verniciatura automatiche per la produzione in continuo.

Sono costruite in struttura metallica, hanno braccia robotizzate con dotazione di pistole per spruzzare e l’alimentazione continua del prodotto da lavorare è assicurata da una catena di movimento.

Le cabine sono dotate anche di vasche di contenimento e raccolta, e di sistemi per l’abbattimento delle polveri della verniciatura.

Linee di rifinizione complete

Sono linee di rifinizione complete di essiccatoi in continuo dotati di sistemi di trasporto a fili di perlon o di nylon, oppure a nastro.

Il tunnel per l’essiccazione hanno anche la possibilità di dotarsi di sistema di riscaldamento con funzionamento a vapore e/o ad acqua calda o semiriscaldata, oppure a gas o con pannelli catalitici, o elettricamente ecc.

Spalmatrice a rullo

Spalmatrici e tamponatrici per rifinizione a rullo, si usano in particolare per applicare sulle pelli di fissativi oppure rimonte, o per ottenere effetti o imprimere stampe, impregnare la pelle con  spalmature di cere e stucchi.

Applicatori di carta transfer

Gli applicatori sono sistemi che si rifanno alla calandratura che è una macchina costituita da una serie di rulli che servono per lavorare materiali a fogli che lucidano la superficie della carta, ma con aggiunto l’effetto termico per l’applicazione di film colorati o grafiche e disegni.

La tecnica consente di recuperare prodotti con anomalie superficiali altrimenti destinati allo scarto.

Presse rotative in continuo

Le presse rotative in continuo con compiti di stiro, per lucidare, per stampare, per satinare le pelli finite.

La tecnica prevede operazioni che consentono il passaggio della pelle tra i cilindri rotanti montati sulla pressa e che esercitano una forte pressione sulla superficie.

Il tempo di pressione così come la temperatura e pressione esercitata sulla pelle sono regolabili.

Presse a piani per stirare-lucidare

L’operazione di compressione o pressatura esercitata sulla superficie della pelle tende a trasferire sulla stessa un apposito disegno scelto.

La pressa che si adopera ha due piani di lavoro contrapposti e mobili con movimento verticale azionato da un sistema oleodinamico.

Una maggiore resa si può avere con i piani riscaldati mantenuti a valori di temperatura desiderata.

Lissatrici

Sono macchinari per la conceria, che lavorano con il sistema di movimento alternativo, biella manovella.

L’azione di sfregamento con rullo rivestito da materiale duro come l’agata o il vetro permette di ottenere un effetto licio-brillante sulle pelli rendendole luminose per come richiesto dalle preferenze specifiche dei mercati.

Macchine a polire

Le macchine lucidatrici sono una parte importante di qualsiasi fabbrica di pelle.

Questi macchinari per la conceria utilizzano un rullo rotante per pulire e lucidare la superficie della pelle utilizzando materiali come la nappa o il lino.

L’operazione di lucidatura consente di migliorare l’aspetto del prodotto.