Quali sono le macchine per il settore ferroviario?

Quali sono le Macchine per il settore ferroviario? Qual’è il loro utilizzo e funzionamento? Scoprilo in questo articolo.

Macchina aspira pietrisco

Macchina aspira materiale che si basa sul metodo in uso per i comuni “aspirapolvere”.

In combinazione con il sistema idraulico pneumatico si aziona il meccanismo di risucchio di ghiaia, di sabbia, di fanghi, di liquidi, ecc.

E’ una delle macchine per il settore ferroviario, che si usa quando si vuole pulire o cambiare il pietrisco in uso sulla massicciata ferroviaria.

Il composto di materia che si aspira è indirizzato verso un contenitore a forma cubica a tre scomparti, il primo è quello di stoccaggio, ove il tubo flessibile lo deposita, in successione vi è la camera di separazione a cui arriva materiale leggero e polveri ivi convogliate da un forte vortice  d’ aria dove si possono miscelare con acqua e infine i terzo scomparto da dove fuoriesce l’aria pulita.

Bullonatrice meccanica

Le bullonatrice trovano largo uso come macchine per il settore ferroviario.

E’ una macchina veloce e ha grande potenza di svitamento e precisione di coppia di avvitamento.

E’ maneggevole e robusta.

Con l’ausilio di una scheda elettronica che alimenta un potenziometro si imposta la forza desiderata al mandrino attraverso una una frizione elettromagnetica.

La macchina può essere a due velocità con cambio che le seleziona meccanicamente con  un interruttore posizionato sull’impugnatura dell’operatore.

A regimi normali si usa la velocità più alta che è più precisa sia nel serraggio sia nella coppia utile per lo svitare anche gli ancoraggi più resistenti.

La velocità più bassa si usa per lo svitamento di attacchi e ancoraggi molto arrugginiti.

L’impugnatura è dotata anche di apposito interruttore elettrico che comanda l’inversione della rotazione del mandrino.

Foratraverse a carrello

E’ una macchina usata per fare fori sulle traverse in legno poste lungo le strade ferrate, è dotata di leva meccanica con la quale l’operatore regola, in sicurezza, la profondità della foratura.

In assenza di pressione sulla leva, la punta applicata alla macchina ritorna in  automatico nella posizione di riposo nel suo alloggiamento.

E’ dotata di illuminazione per operazioni notturne o in galleria.

La macchina corredata da ampio set di punte foratraverse è dotato anche di un carrello di movimento a due o tre ruote.

Rincalzatori a una -2-3-4 battute vibranti

Il rincalzatore è una delle macchine per il settore ferroviario, progettata per eseguire la rincalzatura e la compattazione del pietrisco della massicciata sia in linea che negli scambi.

E’ composto da 1 o più martelli rincalzatori, un gruppo elettrogeno con motore diesel agganciato ad un carrello con  ruote e maniglie per la movimentarlo.

Dispone, inoltre, di quadro con pannello di controllo e interruttori di sicurezza per la protezione o il surriscaldamento del o dei rincalzatori a lame vibranti intercambiabili.

La macchina può essere dotata meccanismo per avere altre frequenze e sistema di arresto applicato su ogni singolo rincalzatore.

Incavigliatrice foratraverse meccanica da cantiere

L’incavigliatrice foratraverse meccanica è usata per l’avvitamento o l’allentamento dei sistemi di ancoraggio del binario alla traversina ferroviaria, ossia caviglie, chiavarde e  dadi.  

L’ operatore può decidere di selezionare un campo di coppia per il serraggio agendo su un potenziometro collegato alla scheda elettronica che controlla la frizione elettromagnetica, è considerata una delle macchine per il settore ferroviario più versatile.

La macchina ha due tipi di marcia, la lenta e la veloce attuabili dall’operatore a mezzo di pulsanti.

Per gli svitamenti resistenti si adopera la marcia lenta che esplica più forza.

La macchina consente pure l’inversione di rotazione del mandrino.

La macchina corredata da ampio set di punte foratraverse è dotato anche di un carrello di movimento a due o tre ruote.

Incavigliatrice foratraverse meccanica da cantiere a motore rotante

Questa macchina è quasi identica a quella sopra descritta con l’aggiunta di una testa rotante per l’avvitamento e/o l’allentamento degli ancoraggi delle ganasce ferroviarie.

La coppia di serraggio è regolata e il valore indicato da un manometro a mezzo di una trasmissione idraulica.

Inoltre è dotata di sensori elettroidraulici.

La macchina ha buona velocità di lavorazione, ed è corredata di una pompa idraulica per avvitare e/o allentare in modo veloce, ed ha pure una seconda pompa idraulica ad alta pressione che agisce in automatico al solo scopo di fornire la massima coppia all’inizio di uno svitamento o fine di un avvitamento.

Incavigliatrice idraulica a doppia testa

Queste macchine per il settore ferroviario, procedono all’avvitamento e/o all’allentamento in contemporanea di due caviglie da ancorare o disancorare dal binario.

Un motore diesel comanda le pompe oleodinamiche ad alta pressione che azionano i motori.

La macchina è dotata è precisa, rapida e affidabile nonché sicura per l’operatore.

Per facilità di trasporto, la macchina può essere smontata sia nel gruppo motore sia nel telaio.

La macchina può essere dotata di carrelli a tre o quattro ruote e ad essa sono applicabili una vasta gamma di accessori come bocchettoni, prolunghe, snodi.

Incavigliatrice idraulica stazionaria

Questa macchina è usata per l’avvitamento e/o l’allentamento di caviglie, chiavarde, dadi di ancoraggio della rotaia alla traversina ferroviaria in fase di premontaggio ed armamento al banco. 

La coppia di serraggio è regolata dalla  trasmissione idraulica ed il suo valore è leggibile su un manometro.

I movimenti della macchina sono controllati da sensori elettroidraulici.

La macchina  è veloce in quanto corredata di pompa idraulica per avvitamento e/o allentamento veloce, e una seconda pompa idraulica ad alta pressione funziona in automatico all’inizio dello svitamento e alla fine dell’avvitamento per fornire la massima coppia.

La  macchina ha buona maneggevolezza e ottima robustezza.

Manipolatore respingenti

Queste macchine per il settore ferroviario, sono utilizzate per smontare, trasportare e installare i respingenti delle locomotive e/o delle vetture ferroviarie in genere.

Ha caratteristiche di garanzia e di sicurezza per l’operatore che può dedicarsi alle sole operazioni di manutenzione libero da carichi e lavorando in completa autonomia e con tempi di lavoro ridotti.


Morsetto idraulico per avvicinamento e allontanamento rotaie

Questa macchina serve per  avvicinare o allontanare la rotaia.

Nel complesso la macchina è composta da una centralina oleodinamica; un rubinetto inversore corsa, tubi oleodinamici ad innesto rapido, pedana con base antiscivolo di sicurezza; un cilindro oleodinamico a doppio effetto ed innesti rapidi con maniglie di movimentazione; due morse di blocco rotaia con scarpette intercambiabili adattabili a più rotaie;
perni di assemblaggio di alta qualità.

Morsetto idraulico tendirotaie doppio tiro

Il morsetto si usa principalmente nelle operazioni di saldatura.

Il morsetto in prativa avvicina le sezione della rotaia, le allontana o le mantiene in determinate posizioni prima della saldatura. 

E’ composto da una centralina/pompa manuale oleodinamica.

Altre macchine adoperate nel campo ferroviario sono:

Pandrolatrice idraulica a doppia testa

Piegatrice idraulica delle rotaie

Tranciatrice idraulica doppia lama per saldature alluminotermiche

Vosslocatrice idraulica doppia testa.