Macchine per imballaggio: come aumentare la produttività

Scopri come aumentare la produttività della propria azienda, grazie alle macchine per imballaggio.

Ogni azienda durante tutto il suo ciclo vitale tende sempre a migliorare la produttività con sistemi che la incrementano e che fanno aumentare gli utili e oggi anche nel rispetto dell’ambiente con processi ecocompatibili e di sostenibilità ambientale.

Uno dei settori che concorrono in maniera positiva a tali obiettivi è quello delle macchine per imballaggio.

Oggigiorno il mercato offre alle aziende una vasta gamma di macchinari e sistemi di imballaggio automatizzati che portano non pochi vantaggi alla produttività aziendale.

Convenienza dell’automazione nell’imballaggio

L’imballaggio, si sa, serve  protezione del prodotto finito, la confezione è parte della produzione e riveste notevole importanza.

Il confezionamento può avvenire per reggetura o nastratura di scatole e scatoloni , oppure per avvolgimento in film, grazie all’utilizzo di macchine per imballaggio.

Entrambi i metodi possono essere velocizzati ed efficientati  e con l’ausilio di moderni sistemi di imballaggio che permettono di conseguire buone economie.

I benefici che si ottengono con l’utilizzo delle macchine da imballaggio si possono elencare come di seguito:

1) Aumentano l’efficienza accelerando i processi di imballaggio e il lavoro di magazzino.

2) Riducono la quantità di materiale utilizzato per spedire il prodotto con impatto positivo sia sui costi che sull’ambiente.

3) Liberano spazio dal magazzino destinandolo allo stoccaggio dei prodotti, migliorandone la produttività.

4) Aumenta il controllo sulle operazioni di imballaggio e renderlo più flessibile e facilitato.

Tipologie di macchine da imballaggio

Quasi tutti i processi industriali o artigianali che prevedono l’imballaggio del prodotto possono essere automatizzati, sia con l’utilizzo di reggette, che sono bandelle di plastica di vario spessore e larghezza, sia per il confezionamento o per la saldatura o per la protezione in genere, con l’utilizzo di macchine per imballaggio.

Tra le tipologie delle macchine per imballaggio, le categorie significative sono suddivise in tre campi:

Le macchine protettive; le macchine di chiusura; le macchine di saldatura e termo-confezionatrici.

La macchine protettive riempono, solo in caso di bisogno,  con altro materiale,sia esso carta o aria o plastica, a seconda del contenitore, gli spazi lasciati vuoti dal prodotto o dai prodotti posti nell’imballaggio, per ammortizzare e tenerli al sicuro da urti  colpi durante il trasporto.

Le macchine di chiusura sono essenziali per assicurare che le merci spedite siano perfettamente chiuse o imballate e protette durante il trasporto, che si tratti di pallet o scatole.

Le macchine di saldatura e il termo-confezionatrici o termo-imballaggio sono essenziali per qualsiasi azienda che spedisce prodotti.

Questi dispositivi avvolgono i pacchi, li sigillano con il calore o la pressione.

Macchine protettive

Macchine di imballaggio ad aria

Hanno dimensioni ridotte e gonfiano dei cuscini d’aria posizionati sulla macchina, sono di varia  dimensione e una volta riempiti d’aria sono posti  a protezione del prodotto da urti o colpi.

Macchine di imballaggio in carta

Essi sono l’alternativa economica ed anche ecologica da utilizzare come materiale di riempimento.

Questi riempitivi in carta sono preferiti dai consumatori che li vedono come una soluzione favorevole all’ambiente anche ai fini del riciclaggio.

Queste macchine usano blocchi di carta compressa per riempire i vuoti dell’imballaggio.

La flessibilità della carta la fa preferire i cuscinetti in plastica dell’imballaggio ad aria.

I modelli di ultima generazione comprendono i comandi a controllo remoto.

Macchine per imballaggio a schiuma

Sono le macchine per imballaggio con notevole protezione antiurto  antigraffio dl prodotto che present grande fragilità e quindi bisognoso di grande protezione, alcune tipologie di macchina creano dei cuscini in a schiuma che si adattano alla forma del prodotto da proteggere.

Macchine di chiusura

Macchine nastratrici

Hanno la caratteristica di assicurare un perfetta chiusura della scatola da ambo i lati.

Il nastro adesivo è per il cartone il migliore sigillante, è economico e fortemente adesivo.

La macchina nastratrice è senz’altro la migliore alleata per migliorare la produttività aziendale; il mercato offre macchine semiautomatiche con trascinamenti del nastro su ambo i lati, o per chiusura di scatole con diverse dimensioni.

Macchine reggiatrici

Sono ottime per rinforzare le scatole e composizioni di grande dimensione.

La macchina reggiatrice automatica tende le reggette con uno sforzo di trazione intorno alla scatola  o al pallet, le salda e le taglia velocemente.

Macchine avvolgitrici

Sono quelle macchine che usano il sistema di filmatura per avvolgere  un intero pallet, sono totalmente automatizzate con controllo e programmabilità della velocità di avvolgimento.

Sono macchine flessibili e possono essere anche semoventi, ovvero riescono facilmente ad avvolgere carichi di più scatole sovrapposte e instabili, sono programmate per evitare dispendio di film estensibile.

Sono ideali per grandi quantità di merce giornaliera da pallettizzare.

Macchine termoconfezionatrici

Le macchine saldatrici e termoconfezionatrici sono state progettate per confezionare i prodotti da proteggere racchiudendoli in un avvolgimento di film termoretraibile integrale tale da difendere il prodotto da acqua, polveri e sporco e danni che possono accadere in magazzino o durante il trasporto.

Riescono a proteggere pacchi dai più piccoli fino a dimensioni di 500 x 380 x 200 mm.

Sono indicate per confezionare prodotti anche di uso quotidiano come libri o quadri o vetri che vengono protetti dal film termoretraibili sopra richiamato che forma una pellicola aderente che  li protegge come detto da acqua e polveri.

Macchine di saldatura

Sono utilizzate per dimensioni fino alla larghezza di 400 mm, sono molto utilizzate per saldare lembi di sacchetti nei quali è posto il prodotto da imballare.

Esistono sul mercato tipologie con accessori come quella che supporta una bobina di materiale continuo e che può essere sezionato con una taglierina per la misura desiderata in lunghezza, oltre a pezzi di ricambio facilmente componibili per un buon funzionamento dello strumento.

Valore aggiunto dei macchinari per l’imballaggio in magazzino

Anche se l’investimento iniziale può sembrare alto, meccanizzare il magazzino di un’azienda produce solo benefici sulla produttività.

Si producono imballaggi di qualità con tipologia uniforme e perfettamente sigillati; porta sicurezza con riduzione di infortuni tra le maestranze dovuti a movimentazioni di carichi pesanti o distrazioni dovute alla ripetibilità dei gesti.

Si ottiene molto più spazio in magazzino e se si opta per macchinari che producono il materiale occorrente alla confezione si eliminano i costi di stoccaggio del materiale  di imballaggio; risparmio sui materiali di imballaggio in quanto la macchina usa lo stretto necessario di riempitivo o di nastro o di reggetta o di aria o di schiuma o di film estensibile.